Quarta RTO 2019-20

Il giorno 6 dicembre, nell' aula magna della scuola G. Giuliano, si è svolta la quarta lezione tecnica della stagione sportiva 2019-20. Il relatore della serata è Fabrizio Almanza, Assistente Arbitrale a disposizione della CAN D, associato della nostra sezione.

Fabrizio ha ringraziato il Presidente Fiore Pressato per la possibilità di fare un discorso motivazionale a tutti i colleghi presenti. "Ho voluto presentare un lavoro fatto al computer che racchiude tutte le difficolta e i problemi che un arbitro può incontrare nel corso della propria carriera - così inizia il discorso F. Almanza - a partire dai cali d' autostima dopo una gara andata male, fino ad arrivare agli alibi che talvolta ci si inventa per non addossarsi la colpa." Il collega pontino, grazie ad alcuni video significativi ha ripercorso velocemente la vita di un arbitro, l' entusiasmo durante il corso arbitro, l' emozione al momento del primo fischio d' inizio, fino ad arrivare alla prima gara che negativa. E' in questo fase buio che ci si sente deboli, ma deve essere il momento in cui si riprende in mano la vita e si rinizia a "martellare" per raggiungere i propri obiettivi e cercare di migliorarsi.

"La differenza si vede in questi momenti, chi si sforza allora riesce, perché la gara non è per i più veloci ma per chi sa resistere di più"

Fabrizio infine, ha voluto paragonare tutto ciò al percorso fatto dalla nazionale italiana di cacio nei mondiali del 2006. In quel periodo il mondo calcistico italiano stava attraversando un periodo buio, era da poco giunta la notizia dello scandalo di "Calciopoli", ma nonostante questo la nazionale ha fatto gruppo e con perseveranza ha raggiunto il massimo obiettivo immaginabile, la coppa del mondo! Così come ha fatto squadra la nazionale italiana, così dovrebbe essere la sezione e l' obiettivo principale è quello di crescere tutti insieme.

"Credo che il discorso fatto da Fabrizio è importante - ha affermato il Presidente Fiore Pressato a fine riunione - come è importante che la sezione faccia squadra, perché anche chi ormai non è più arbitro effettivo, nella carriera personale è giunto alla propria "serie A" e deve cercare di aiutare i giovani ragazzi a dare il massimo, in modo da non avere rimpianti nel momento in cui saremo giunti al termine del nostro percorso!". Prima di salutarsi tutti, F. Pressato ha rinnovato l' appuntamento per la festa di Natale il 23 Dicembre, occasione per scambiarsi gli auguri e passare una felice serata.